sicurezza

Dal "cambiamento" alla "continuità"

Cambiamento è la parola che ha accompagnato tutta la campagna elettorale dell’attuale Sindaco di Torino e che su alcuni temi ci ha trovato perfettamente d’accordo come SiAmoTorino. Facile intuire che proprio questo desiderio di rinnovare una classe politica ormai totalmente autoreferenziale da un ventennio, è stato parte della spinta propulsiva che ha portato Chiara Appendino a vincere largamente le amministrative.

Sicurezza in Comune

Il recente attacco terroristico di Berlino, uno dei tanti in questo triste periodo di guerre e conflitti, segue cronologicamente quelli di Parigi, Bruxelles, e poi di nuovo Parigi, Nizza, Ansbach, Istanbul, e altri, andando ad aggiungere paura alla paura e dimostrando una sostanziale incapacità di contrasto da parte delle istituzioni. In primo luogo perché azioni di questo tipo sono imprevedibili, le vere armi “intelligenti” sono gli attentatori suicidi, votati alla morte; e anche quando dovessero sopravvivere al primo attacco, sarebbero pronti a metterne a segno un altro.

Dal Comune alla Comunità

Un programma per le persone che vivono la città, nella città, con la città.

  • Sicurezza - Riconoscersi per convivere: #SicurezzaPartecipata. Un modo nuovo di affrontare l’ondata di immigrazione che ci sta travolgendo. Un modo di capire che chi arriva può essere una risorsa per la comunità. Un modo per far capire che siamo pronti all’accoglienza se rispettosa di cultura e legalità.

#partecipAzione

Inizia l’avventura del cittadino che si rimbocca le maniche e armato di tanta pazienza, e buona volontà, pone rimedio a tutti quei problemi quotidiani a cui l’amministrazione pubblica non è in grado di porre rimedio… ma che comunque pretende di far pagare.

Dunque come porre rimedio a servizi che costano ma che non esistono o sono insufficienti? Attraverso l’iniziativa #partecipAzione messa in cantiere da @SiAmoTorino.

Aggressione Rom all’ENPA di Torino: Comunicato Stampa

Abbiamo espresso ieri, nel nostro comunicato stampa, piena solidarietà all’ENPA Torino per la vile aggressione subita nei giorno scorsi.

Abbiamo denunciato tutte le mancanze dell’attuale amministrazione nel prevenire tali episodi – purtroppo prevedibili visti i numerosi precedenti, e a cui non è seguita risposta da parte del comune di Torino.

Tra demagogia e illegalità – Una soluzione per i campi nomadi.

Campo nomadi

Sinora ai cittadini torinesi è stato chiesto, anzi è stato imposto, di pagare per avere una condizione di vita meno sicura; i cittadini torinesi sono quotidianamente minacciati e a garantire questa minaccia sono le istituzioni che invece dovrebbero proteggere i beni e le vite di chi questa città la ama, la vive e la rispetta ogni santo giorno.